Zig Zag viaggi
Piazza Manzoni 11 - 23900 Lecco
Tel. +39 0341.284154 Fax +39 0341.283079
VIAGGI DI GRUPPO
Medio Oriente, Libano
Prenotate subito
2150 euro
Libano - Medio Oriente - Libano

Condividi
Segnala
Versione PDF
Richiedi informazioni





Libano


LIBANO

Dal 17 al 23  Settembre 2019

Nella terra dei Fenici,straordinari siti archeologici Patrimonio dell’UNESCO e centri medioevali

 

Martedì 17 settembre               MILANO – BEIRUT
Partenza con il volo diretto per Beirut. Arrivo nel pomeriggio, trasferimento e sistemazione in hotel Pernottamento.
 

Mercoledì 18 settembre           BEIRUT : escursione a DEIR EL QAMAR e BEITEDDINE

Prima colazione . In mattinata visitiamo il centro cittadino di Beirut e l’importante Museo Nazionale, le cui ricche collezioni archeologiche spaziano dalla preistoria al periodo mamelucco; di straordinario valore è la raccolta di
reperti fenici (sarcofagi, corredi funerari, stele, iscrizioni, monili). Conclusa la visita lasciamo Beirut e
partiamo per i monti dello Chouf e sosta nel villaggio di Deir el Qamar per la visita dell’antica residenza
dei governatori del Libano. Proseguimento quindi per visitare Beiteddine: il Palazzo, superbo esempio di
architettura libanese del secolo XVIII e XIX, il museo e gli splendidi mosaici bizantini. Al termine delle
visite rientro a Beirut. Cena e pernottamento.


Giovedì 19 settembre               BEIRUT : escursione alle Grotte di JEITA - HARISSA e BYBLOS

Prima colazione. Oggi ci inoltriamo nella verdeggiante valle di Nahr al-Kalb. La tappa di stamattina è costituita dalle
spettacolari grotte di Jeita, plasmate da secoli di erosione carsica che ha dato origine a un luogo di fatata
bellezza; non a caso questa è considerata la maggiore meraviglia naturale del Paese. Visitiamo sia il livello
superiore di questo straordinario sistema di ambienti sotterranei, dove si ammira la più grande stalattite
conosciuta sul nostro pianeta e quello, inferiore, occupato da un laghetto dalle acque cristalline,
percorribile solo in barca. Dopo aver ammirato questo spettacolo della natura proseguiamo il viaggio fino
al santuario di Harissa con la famosa statua della Vergine Maria nota come Nostra Signora del Libano. Dopo
la visita di questo sito puntiamo verso nord, seguendo la strada costiera, fino a raggiungere l’antica città
portuale di Byblos, oggi chiamata Jbeil e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Fondata
addirittura nel III millennio a.C., Byblos visse il suo periodo di maggior splendore al tempo dei Fenici ed è
attualmente considerata da alcuni il "centro più antico ininterrottamente abitato fino ai giorni nostri". Fu
uno dei grandi empori dai quali i Fenici si lanciarono nella loro avventura marittima di controllo
commerciale del Mediterraneo e anche il luogo dove nacque il primo alfabeto fonetico. Fra i più
importanti resti fenici oggi visibili vi è il Tempio degli Obelischi, dedicato al dio della guerra Resheph;
all’epoca romana risalgono invece le vestigia più cospicue, come il teatro, un lungo tratto di strada
basolata e il colonnato corinzio che fronteggia il tempio di Balaat Gebal, dea patrona di Byblos, accanto al
quale si apre il Pozzo dei Re. Conclusa la visita rientriamo a Beirut. Cena e pernottamento.

Venerdì 20 settembre               BEIRUT : escursione a BAALBEK e ANJAR

Prima colazione. Superata la dorsale delle montagne a nord-est di Beirut, in mattinata giungiamo a Baalbek, là dove si
trova uno dei principali siti archeologici del Vicino Oriente, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. La
storia del grande complesso templare ebbe inizio negli anni successivi alla morte di Alessandro Magno (323
a.C.), quando un sovrano tolemaico locale costruì nel luogo dell’odierna Baalbek la sua capitale regionale,
dandole il nome greco di Heliopolis, ossia “la città del Sole”. Nel 15 a.C. Augusto trasformò la città in una
colonia di veterani, affidandole il compito di assicurare il controllo territoriale della nuova provincia di
Siria. Nel corso dei tre secoli successivi la metropoli mantenne e consolidò il suo ruolo, confermata dalla
grandiosità dei suoi monumenti, fondati nel I e completati nel III secolo d.C. Sul luogo in cui sorgeva il
santuario di un’antica divinità locale, Baal-Hadad, i Romani eressero il grande tempio di Giove
Eliopolitano, uno dei più grandi del mondo antico, del quale restano in piedi sei enormi colonne del
peristilio sinistro. Assai meglio conservato è il più piccolo tempio di Bacco, datato alla metà del II secolo
d.C., il cui sontuoso interno è ornato da semicolonne corinzie e nicchie disposte su due ordini. Lasciata
Baalbek raggiungiamo Anjar, località che ospita uno dei siti archeologici più importanti del Paese,
Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, scoperto quasi casualmente solo a metà del secolo scorso. Gli scavi
hanno riportato alla luce un antico insediamento fortificato di origine omayyade fatto costruire con tutta
probabilità dal califfo Walid I nell’VIII secolo d. C. Il complesso, eretto sul modello urbanistico romano,
comprende una cinta muraria, un tetrapilo che sorge all’incrocio tra il cardo e il decumano, un edificio
termale e alcuni palazzi residenziali che costituiscono i resti meglio conservati del sito. Al termine della
visita rientriamo a Beirut. Cena e pernottamento.


Sabato 21 settembre                BEIRUT : escursione a BCHARREH e NELLA FORESTA DEI CEDRI

Prima colazione. Al mattino partenza verso il nord del Paese in direzione di Bcharreh, dove visiteremo il Museo Gibran
dedicato al grande poeta nato qui. Il paesaggio tutto intorno è incantevole, con le case dei villaggi dai
tetti rossi aggrappati alle montagne. Sopra Bcharreh la strada si inerpica verso la cosiddetta “Foresta dei
cedri di Dio” (tra i 1900 e i 2050 m), alberi che in tempi biblici ricoprivano buona parte del Paese, alcuni
dei quali hanno 1500 anni. Visita del monastero maronita di Sant’Antonio Qozhaya, nell’ambiente di
montagne dirupate della valle di Qadisha, per secoli luogo di meditazione e di eremitaggio. Al termine
delle visite rientro a Beirut. Cena e pernottamento.

Domenica 22 settembre           BEIRUT : escursione a SIDONE e TIRO 

Prima colazione. Oggi ci dirigiamo verso il sud del Libano. Dapprima facciamo tappa a Sidone, là dove sorgono i resti del Castello del Mare, costruito nel 1228 dai Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni, e l’elegante
caravanserraglio noto come Khan al Firanj, a corte centrale circondata da due ordini di portici. Nel suq è
allestito il Museo del Sapone, tipico prodotto locale di cui viene illustrato l’intero processo produttivo. Nei
dintorni della citta visitiamo poi le rovine del tempio di Eshmun, la divinità fenicia della guarigione;
l’edificio, al cui interno si trova il cosiddetto trono di Astarte, venne fondato nel VI secolo a.C. e più volte
ampliato. Il santuario, costituito da una spianata e da un ampio cortile, cinto da un enorme muro di
terrazzamento che sostiene il podio su cui si ergeva il tempio vero e proprio, è caratterizzato dalla
compresenza di molteplici stili e influenze architettoniche e decorative (babilonesi, persiane,
ellenistiche). Proseguiamo poi fino a Tiro, città che fu il maggiore scalo commerciale fenicio, fondato
oltre tremila anni fa. Nel quartiere centrale di Tiro si trovano testimonianze della città medievale.
Lasciata Tiro rientriamo a Beirut. Cena e pernottamento.

Lunedì 23 settembre                BEIRUT – MILANO

Dopo la prima colazione al mattino presto, trasferimento in aeroporto e partenza col volo di rientro a Milano.

 

Quota per persona, in camera doppia          Euro 2.150

 

Supplemento camera singola Euro 340

 

Tasse aeroportuali Euro 145 (da riconfermare)

 

Assicurazione annullamento Euro 80 (facoltativa, da richiedere alla conferma)

La quota comprende:

● Volo Milano- Beirut,  franchigia kg 23 ● Trasferimenti con vetture private ● Sistemazione presso hotel 4 stelle ● Trattamento di mezza pensione ● Visite ed escursioni come da programma ● Ingressi durante le visite guidate ● Assistenza di personale locale qualificato e di un autista parlante inglese ● Assistenza di una guida parlante italiano durante le visite ● Assicurazione  bagaglio,assistenza alla persona e spese mediche, interruzione soggiorno, famiglia sicura ● Nostro accompagnatore per un minimo di 15 partecipanti.

   
La quota non comprende:

● Le tasse aeroportuali e di sicurezza e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco ● le bevande e i pasti non indicati ● le mance ● gli extra personali ● Tutto quanto non specificatamente indicato al paragrafo “La quota comprende”.

 

Documento richiesto:

passaporto con validità di almeno 6 mesi successivi alla data di ingresso nel paese, almeno 1 pagina libera e il visto d’ingresso.

L’ingresso nel Paese non è consentito qualora sul passaporto sia stato apposto un visto d’ingresso in Israele.

Il visto si ottiene all’arrivo presentando il biglietto aereo di ritorno e il passaporto valido.