Zig Zag viaggi
Piazza Manzoni 11 - 23900 Lecco
Tel. +39 0341.284154 Fax +39 0341.283079

Condividi
Segnala
Versione PDF
Richiedi informazioni





Lago di Braies e le tre cime di Lavaredo


LAGO BRAIES e  CIME di LAVAREDO    a “un passo dal cielo”

Dal 9 al 11 ottobre 2020

 

Venerdì 9 ottobre                    MANDELLO / LECCO – LAGO BRAIES – BRUNICO

Partenza pullman da Mandello ore 6.oo – da Lecco ore 6.30

Soste di ristoro lungo il percorso. Arrivo al Lago di Braies che incanta con le varie sfumature di verde smeraldo. Tempo a disposizione per il pranzo libero e per una passeggiata lungo le sponde del lago. Continuazione verso Brunico, sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento

Situato a ca. 1500 m s.l.m. nel punto più a nord del parco naturale Fanes-Senes-Braies e circondato dalle pallide vette delle Dolomiti, il Lago di Braies risalta con le sue acque turchine dalle leggere sfumature verde smeraldo e con la sua posizione idilliaca in fondo alla Valle di Braies e fa parte inoltre del set cinematografico della serie televisiva “Un passo dal cielo. A pochi chilometri dal lago troviamo Brunico, cuore della Val Pusteria,  con l’omonimo castello che dalla sua altura boscosa, accoglie i visitatori già da lontano. Basta poi varcare una delle imponenti porte della città per ritrovarsi nel bel mezzo di un variopinto via vai: piccole botteghe vicino a rinomate boutique, caffè ed enoteche disseminate lungo tutta la lunga via Centrale.

Sabato 10 ottobre                    BRUNICO: escursione LAGO DI MISURINA e CIME DI LAVAREDO

Prima colazione in hotel. Partenza per il Lago di Misurina, conosciuto anche come “Perla delle Dolomiti” per la sua bellezza, proseguimento per il Lago di Antorno e sosta per il pranzo. Continuazione verso il Rifugio Auronzo da dove con una passeggiata di circa 1 ora (facoltativa) si potrà raggiungere il Rifugio Lavaredo, con vista delle Tre Cime e volendo raggiungere il punto più panoramico, con una ulteriore passeggiata di mezz’ora di cammino facoltativa, la Forcella da dove si avrà una vista completa e incantevole di queste cime patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

Il Lago di Misurina, conosciuto anche come “Perla delle Dolomiti” per la sua bellezza, è il bacino naturale più vasto del Cadore. Come un gioiello incastonato tra le Dolomiti, il lago  sorge a 1756 m s.l.m. ed è noto, oltre che per il suo incanto, anche per le proprietà terapeutiche che offre grazie al suo microclima particolarmente salubre. La denominazione di questo lago deriva dall’espressione “meso ai rin”, che significa letteralmente “in mezzo ai ruscelli”, poiché in passato si credeva che la Piave e l’Adige nascessero proprio dal lago di Misurina. Attorno al lago di Misurina si aprono alcune tra le vette più belle delle Dolomiti: le Tre Cime di Lavaredo, il Sorapiss, i Cadini e il Cristallo. Lungo la strada che da Misurina conduce al Rifugio Auronzo e alle Tre Cime di Lavaredo, è collocato un altro bacino naturale dal rilevante interesse naturalistico: il lago di Antorno. Inserito nell’affascinante contesto delle vette dolomitiche, costituisce anche un’area di rilevante interesse naturalistico per la flora e la fauna che lo caratterizzano, tipiche dell’ambiente alpino dolomitico.

Le Tre Cime di Lavaredo o semplicemente le Tre Cime, come spesso vengono chiamate. Queste tre vette una di fianco all’altra, isolate da tutte le altre, pura dolomia che emerge da un mare di ghiaia, costituiscono il simbolo delle Dolomiti Patrimonio Unesco. I colori e la loro forma caratteristica sono un'icona:le "tre dita di dolomia" che si ergono verso il cielo.

Domenica 11 ottobre                BRUNICO – BRESSANONE – LECCO / MANDELLO

Prima colazione in hotel. Partenza per Bressanone e visita dell’Abbazia Novacella, una delle più prestigiose abbazie del nord Italia e dell'Arco Alpino, oltre che un grandioso complesso di edifici religiosi e civili. Si continua con la visita del centro storico di Bressanone, capoluogo storico, artistico, culturale, economico, sociale ed amministrativo del comprensorio della Valle Isarco. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per il rientro a Lecco e Mandello.

L’Abbazia Novacella è una delle più belle abbazie del nord Italia. Il suo convento è stato fondato nel 1142 ed è stato diverse volte ricostruito e ampliato fino a tutto il Settecento. L'Abbazia, fin dalla sua fondazione è stata un luogo di ricovero per i pellegrini provenienti dal Nord Europa e diretti verso Roma e la Terrasanta. Contemporaneamente si sviluppò qui anche uno dei maggiori centri culturali, con un collegio e una ricca biblioteca. Da non perdere la chiesa di Santa Maria Assunta in stile tardo-barocco, il chiostro con la sua volta gotica, i dipinti e altari gotici di Friedrich Pacher e della sua scuola nella pinacoteca, la biblioteca con oltre 92.000 volumi e la splendida sala in stile rococò. Altrettanto meritevole è lo storico giardino con l'imponente sequoia e i secolari alberi di ginkgo, il giardino barocco e le sue splendide fontane, l'orto con 75 diversi tipi di erbe, la voliera per gli uccelli e il piccolo stagno dei pesci. Un gioiello è l'originale pozzo rinascimentale, detto pozzo delle meraviglie, risalente all'anno 1508 nel cortile interno del convento. Deve il suo nome alle sette meraviglie dell'antichità raffigurate sull'edicola ottagonale che lo copre.

Bressanone, ex sede vescovile nella Valle Isarco, non è solo la città più antica del Tirolo, ma viene annoverata, grazie alle sue numerose attrazioni, ai vicoli tortuosi, ai portici risalenti a tempi antichissimi e agli splendidi viali, tra i luoghi più belli della regione. Documentata per la prima volta nel 901, colpisce il visitatore ancora oggi grazie alla sua ricchezza culturale e architettonica. Il punto d'incontro degli ospiti appassionati di cultura è il centro storico con gli incantevoli portici e le strette viuzze. Numerose chiese e cappelle, in primo luogo il Duomo in stile barocco e caratterizzato da sontuosi interni in marmo. Nelle vicinanze, il Chiostro romanico con affreschi medievali. Nel Palazzo Vescovile, il Museo Diocesano espone arte medievale e rinascimentale, oltre a una collezione di presepi. Tutto testimonia ancora oggi l'importanza storica della città.

 

Quota per persona, in camera doppia Euro  430

(per un gruppo minimo di 25 partecipanti)

Supplemento camera singola Euro 70

 

Assicurazione penalità annullamento Euro 20    (facoltativa, da richiedere alla prenotazione)

La quota comprende:

Viaggio in pullman – sistemazione in hotel 4 stelle - trattamento di mezza pensione – pranzi indicati nel programma – guida per il secondo e terzo giorno - tassa di soggiorno –ingresso Abbazia Novacella -  le mance - assicurazione medico/bagaglio – nostro accompagnatore.

 

 

La quota non comprende:

I pranzi non indicati – Gli extra personali – Tutto quanto non specificatamente indicato alla voce “La quota comprende”.

 

Documento richiesto: carta d’identità in corso di validità